Alice Sforza, La poesia è grunge

10,00

EAN: 978-88-99783-47-1 Collana: Product ID: 773

Descrizione

 

Tra la seconda metà degli anni 80 e la prima metà dei 90, la cultura rock produsse il fenomeno “grunge”, un’ondata di consapevole decadentismo, di ribellione estetica, condotta esternamente con jeans strappati e camicie logore, ma in realtà liberatori, simboli di una irriverente negazione dei valori tradizionali.

Una poesia “grunge”, dunque, ripudia convenzioni come la maiuscola, la frase organizzata, la rima, in nome di un rapporto non amicale ma parentale con le proprie parole: non sono elementi che “servano” ma compagni con cui si dialoga, in compagnia dei quali si vive. Si ha perciò l’emozione di una poesia così mimetica a confronto della mano che la compone, da risultare parte di essa o, se si preferisce, che la mano stessa sia parte della poesia. La netta sensazione è di essere in presenza di una scaturigine, di una vera fonte di scrittura: un’emozione così coinvolgente, che ci si abbandona a essa con la convinzione di avvicinare un’essenza fondamentale.

pagg. 96

Disponibilità immediata

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Alice Sforza, La poesia è grunge”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Impostazioni

When you visit any web site, it may store or retrieve information on your browser, mostly in the form of cookies. Control your personal Cookie Services here.

These cookies allow us to count visits and traffic sources, so we can measure and improve the performance of our site.

Monitoriamo gli accessi a questo sito tramite il servizio Google Analytics
  • _ga
  • _gid
  • _gat

Decline all Services
Accept all Services